La biblioteca mi chiama

Elasti su D di Repubblica dell’11 settembre 2010 racconta quel che succede in una biblioteca d’oltreoceano, una Public Library del remoto Massachussets.

Annunci

Informazioni su Assab One

Assab One associazione promozione arte contemporanea è un soggetto non-profit fondato nel 2004. Attivo nella produzione di mostre, eventi e progetti artistici, rivolge particolare attenzione a iniziative che consentono di integrare linguaggi diversi e capaci di parlare a un pubblico vasto e non solo agli addetti ai lavori. In particolare Assab One sostiene progetti in cui l’arte diventa strumento di indagine sul presente e favorisce il dialogo e la coabitazione.
Questa voce è stata pubblicata in immaginari, stampa e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a La biblioteca mi chiama

  1. berny ha detto:

    be’, il Massachussets non e’ affatto remoto, ma anzi e’ uno Stato Usa ben noto (nel mondo) e prosperoso sulla East Coast, dove rifioriva la tribu’ nativa omonima e altre, e dove poi i coloni inglesi hanno letteralmente gettato le radici della rivoluzione e della successiva indipendenza-costituzione Usa, a partire da Boston, dove tra l’altro c’e’ Harvard, il MIT ,etc. – piu’ in generale, le library Usa sono sempre state (e per lo piu’ lo sono tuttora) centri vitali di cultura e iniziative varie, anche nelle localita’ sperdute, non c’e’ affatto da stupirsi, ma anzi da imitarle 😉

  2. Assab One ha detto:

    Ciao Berny. Hai ragione, per quanto geograficamente sia piuttosto remoto, lontano sulla mappa per noi che lo guardiamo da qui, non lo è affatto idealmente, anzi vorremmo che la ricchezza culturale di cui parli si avvicinasse ancor di più. Il Massachussets ci chiama. Speriamo che gli spunti possano essere raccolti e le esperienze imitate qui, presto. Ci proviamo nel nostro piccolo…

  3. Pingback: Libri: 10 domande agli editori italiani - Nuovo e Utile | Teorie e pratiche della creatività.

  4. “Showing off (..) non solo è socialmente accettabile ma è incoraggiato.” Verissimo! La falsa modestia non ha molti adepti lì, se sai fare qualcosa (e bene) non capiscono perché nasconderlo 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...